Download Il Medioevo. Castelli, mercanti, poeti by Umberto Eco, Ezio Raimondi, Riccardo Fedriga, U. Eco, Laura PDF

By Umberto Eco, Ezio Raimondi, Riccardo Fedriga, U. Eco, Laura Barletta, Anna Ottani Cavina, Valentino Pace, Pietro Corsi, Luca Marconi, Cecilia Panti, Marco Bazzocchi, Giuseppe Ledda, Dario Ippolito, Andrea Bernardoni, Giovanni Di Pasquale, Marcella Culatti

Dal 1200 al 1400, nel periodo che viene definito basso Medioevo, una nuova spinta espansiva, tenuta insieme dall'ideologia delle crociate, porta l'Occidente alla conquista dell'Oriente. Le città si ingrandiscono; l'architettura, l'arte, los angeles letteratura esprimono un intenso desiderio di rinnovamento e apertura.

A questo iniziale impulso espansivo segue un periodo di guerre e carestie: los angeles guerra dei Cent'anni, l. a. peste, le rivolte dei contadini represse nel sangue; nonostante questo, ritroviamo qui i semi della rinascita che leggeremo in tutte le sue espressioni nell'Europa del Quattrocento

Show description

Read or Download Il Medioevo. Castelli, mercanti, poeti PDF

Similar italian_1 books

Tragedia dell'infanzia

Alberto Savinio is the pseudonym of Andrea de Chirico, brother of the surrealist painter Giorgio de Chirico, and this paintings, written in 1945, exemplifies the observe surrealist . With the viewpoint of a kid, Savinio remembers incidents which are at the border among truth and delusion. Moments of affliction, of attempting to elicit pleasing solutions from grownups, the enjoyment of taking good care of an injured chicken matched via the disappointment of getting it fly away, the desolation of being overlooked via adult associates, and the absurdities he observed on the theater--all are lyrically portrayed yet juxtaposed opposed to parts of the ugly.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con l. a. mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore in keeping with le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

The Occupation of the Factories: Italy, 1920

The tale of the mass wave of moves and manufacturing unit occupations which swept Italy 1920-21 informed from the files and money owed of the time. Written in 1964 and translated into English in 1975 via Gwyn A Williams, who additionally wrote the advent.

Additional resources for Il Medioevo. Castelli, mercanti, poeti

Example text

Carestie, guerre, rivolte e pestilenze Con il secolo XIV e fino alla metà del XV si apre per le popolazioni europee un periodo drammatico di carestie, guerre e pestilenze che comportano una stasi e in molte regioni un arretramento del processo di sviluppo in atto dal secolo X. Al notevole aumento della popolazione, più che raddoppiata in alcune aree e addirittura triplicata in altre nel giro di tre secoli, non ha fatto seguito un corrispondente incremento delle risorse alimentari, per cui basta, come pare sia avvenuto, un peggioramento del clima per favorire carestie ed epidemie di peste, reintrodotta in Europa alla metà del secolo XIV, dopo circa 1000 anni, da navi genovesi provenienti dal Mar Nero.

Nuovi fermenti sociali e culturali: i catari Gli stessi fermenti economici, sociali e culturali che il papato ha saputo in gran parte indirizzare alla formazione del proprio primato politico e religioso hanno dato vita a una articolazione della società che è evidente in particolare nei Comuni italiani, dove affluiscono i lavoratori delle campagne, dove i mestieri si stringono in corporazioni i cui rappresentanti hanno un peso considerevole nella vita politica, mercanti e uomini d’affari occupano uno spazio crescente, la popolazione si organizza in confraternite e le maggiori famiglie si scontrano per definire la loro egemonia.

Sono tempi difficili: il trono dell’Impero romano-germanico vacante, l’Europa percorsa dalle guerre, la cristianità minacciata dall’eresia catara. L’opera di Innocenzo III è una grande sintesi di quanto la Chiesa aveva maturato nel secolo precedente: nel suo progetto il recupero di Gerusalemme e il rafforzamento della monarchia franca, la cui capitale era stata spostata ad Acri, occupano un ruolo primario. Anche al papa, come a Bernardo di Clairvaux (1090-1153), Gerusalemme interessa peraltro più come figura del Regno dei Cieli che come obiettivo della riscossa armata; e, come già Bernardo, egli attribuisce il fallimento delle crociate dei principi ai loro interessi mondani e alla loro cupidigia.

Download PDF sample

Rated 4.90 of 5 – based on 50 votes