Download Al di là del bene e del male by Friedrich Nietzsche PDF

By Friedrich Nietzsche

Collana Nuovi Coralli. N. 193 - Torino - 1977 - in sixteen° - - pp.180 - Brossura editoriale illustrata - Prima edizione

Show description

Read or Download Al di là del bene e del male PDF

Best italian_1 books

Tragedia dell'infanzia

Alberto Savinio is the pseudonym of Andrea de Chirico, brother of the surrealist painter Giorgio de Chirico, and this paintings, written in 1945, exemplifies the note surrealist . With the viewpoint of a kid, Savinio remembers incidents which are at the border among fact and myth. Moments of affliction, of attempting to elicit pleasant solutions from grownups, the enjoyment of taking good care of an injured chook matched via the disappointment of getting it fly away, the desolation of being overlooked by way of adult pals, and the absurdities he observed on the theater--all are lyrically portrayed yet juxtaposed opposed to parts of the gruesome.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con los angeles mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore in keeping with le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

The Occupation of the Factories: Italy, 1920

The tale of the mass wave of moves and manufacturing facility occupations which swept Italy 1920-21 advised from the records and debts of the time. Written in 1964 and translated into English in 1975 by way of Gwyn A Williams, who additionally wrote the advent.

Extra info for Al di là del bene e del male

Sample text

Pare che si siano dati convegno interrogazioni e punti interrogativi. – E si potrebbe mai credere all’impressione, nata, in definitiva, in noi, che il problema non sia stato finora mai posto – che siamo stati noi per primi ad averlo intravisto, preso di mira, osato? Giacché esso comporta un rischio e forse non esiste rischio più grande. Š 2. «Come potrebbe qualcosa nascere dal suo contrario? Per esempio la verità dall’errore? O la volontà di verità dalla volontà d’illusione? O l’azione disinteressata dal proprio tornaconto?

Di conseguenza, non è il mondo esterno opera dei nostri organi...? Š 16. Continuano ancora ad esistere ingenui osservatori di sé, i quali credono che vi siano «certezze immediate», per esempio «io penso», o, come era la superstizione di Schopenhauer, «io voglio»: come se qui il conoscere potesse afferrare puro e nudo il suo oggetto, quale «cosa in sé», e non potesse aver luogo una falsificazione né da parte del soggetto, né da parte dell’oggetto. Ma non mi stancherò di ripetere che «certezza immediata», così come «assoluta conoscenza» e «cosa in sé», comportano una contradictio in adjecto: ci si dovrebbe pure sbarazzare, una buona volta, della seduzione delle parole!

Come l’atto della nascita non può essere preso in considerazione nel processo e nel progresso dell’ereditarietà, così l’«esser cosciente» non può essere contrapposto, in una qualche maniera decisiva, all’istintivo, – il pensiero cosciente di un filosofo è per lo più segretamente diretto dai suoi istinti e costretto in determinati binari. Anche dietro ogni logica e la sua apparente sovranità di movimento stanno apprezzamenti di valore, o per esprimermi più chiaramente, esigenze fisiologiche di una determinata specie di vita.

Download PDF sample

Rated 4.95 of 5 – based on 6 votes